Short Toe - Shiba Inu - Allevamento Tessaiga

 Tessaiga Shiba Inu
Il Primo Allevamento Italiano Registrato al Nippo Club - Giappone
Vai ai contenuti

Menu principale:

Short Toe

Shiba Info > About Shiba

Malformazione Congenita: Dito Corto 

 (Short Toe, come è chiamato all'estero)
articolo di E. Grassi


Mancanza mono o bilaterale della Falange

Ebbene si, le stranezze dello shiba non si potevano fermare al carattere: furbo selvatico, permaloso dispettoso, ingegnoso- tremendo. Non si potevano fermare alla morfologia : volpe, ancestrale selvatica, o al DNA : 99% Dna ancestrale,solo  per un 1% non è un canide selvatico, ncredibile non trovate?

No l'ego dello shiba non poteva permettere di non avere almeno un elenco di malattie, rare, ma strane, stranissime, di origine ignota e di frequenza ancor meno.

Credo che questa malformazione congenita sia una delle più strane del panorama canino.

Premettiamo col dire che in Humana c'è una tara analoga, autosomica dominante che NULLA ha a  che fare con quella canina. Aggiungo questa postilla perchè "genetisti improvvisati dell'ultima ora" o equivoci nati da forte similitudine fenotipica nella manifestazione di tale tara possono confondere le idee.


A lato il completo evolversi della tara genetica, di un cane da noi importato dal Giappone e sterilizzato immediatamente con l'insorgere della tara..
Ne abbiamo seguito e ricostruito tutto l'evolversi, per documentare questo tipo di problema di razza. Dal mese di età, dove il cane risulta normale, sino all'anno, dove il cane mostra il pieno effetto di questo problema genetico di razza.
(clicca sulle immagini per leggere la didascalia)

Può succedere che allo shiba manchi un osso di un dito esterno. A volte manca completamente il dito e c'è solo l'unghia. Spesso è quello laterale esterno. La zampa come potete vedere anche voi diventa simile a quella di un rapace. In se e per se non debilita il cane nè diminuisce la sua qualità della vita. Ma tant'è che comunque è una malformazione e comunque andrebbe penalizzata dai giudici e gli allevatori dovrebbero perlomeno escludere i cani affetti. Se non altro perchè spesso pare che questa malformazione sia correlata con altre tare(epilessia, mal'occlusioni , ecc). Forse è bene ricordare  che sarebbe dovere di giudici ed allevatori selezionare per escludere ogni forma di tara e anomalia. La salute prima di tutto, ripetono tutti. Poi però le scelte non sempre corrispondono...

Tant'è che un famoso cane nel 1998 è diventato campione in Usa, ed era affetto da questa malformazione. Altri casi sono sparsi per tutta l'Europa. E persino in Italia non molto tempo fa un cane affetto Short Toe vinse una gara di Club. Molti dei cani affetti oggi riproducono perchè non c'è unità di vedute: c'è chi non la considera tara perchè di per se non penalizza il cane nella qualità di vita, c'è chi li riproduce perchè in F1 nessun cucciolo risuterebbe mai affetto(ma chissà come mai...guardare mendel magari???), c'è chi semplicemente è un incoscente e se ne frega.

Detto questo spesso sono i cani che vengono dal Giappone o di prima /seconda generazione da cani importati a manifestare questa tara. Ma ci sono anche linee occientali fondate e consolidate su linee importate affette, che oggi hanno consolidato questo carattere e lo trasmettono con una certa regolarità. Rimane il fatto che nonostante ci siano allevatori che catalogano ogni cane short toe, al fine di arrivare a comprendere come questa tara e con quale frequenza si muova in razza, una vera e propria idea precisa non si ha ancora. a quanto parrebbe risulta anomala nelle frequenze e nell'apparire. Una nota allevatrice esperta in zootecnia mi diceva che comunque le linee esenti che immettevano cani normali ma di linee affette, in genere manifesterebbero subito la presenza di questa anomalia: ovvero cominiciano ad apparire cani short toe. Secondo questa esperta lo short toe sarebbe epigenico, il che è a mio avviso più che probabile.

L'unica cosa certa è che i cuccioli affetti all'età di 3 mesi possono essere assolutamente normali, poi man mano che si sviluppa l'arto, il piede prende una forma e uno sviluppo anomalo. Il cane affetto si vede intorno ai 5-6 mesi, non prima. Anche questo se ci pensate bene è una cosa piuttosto particolare, in considerazione del fatto che nei casi più gravi(come quello fotografato) manca proprio l'osso, tutto intero!!!!
Non è una tara dolorosa o inabilitante per una normale vita da cane di famiglia.

E' comunque una tara genetica che va combattuta in quanto produce deformità, oltre ad essere correlata probabilmente ad altre anomalie.
Come ogni tara anche la gestione di questa malforamzione dipende moltissimo dalla competenza e dalla coscienza di chi alleva e di chi giudica, e come sempre forse è questo il vero problema!

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu