Linee di Sangue - Shiba Inu - Allevamento Tessaiga

 Tessaiga Shiba Inu
Il Primo Allevamento Italiano Registrato al Nippo Club - Giappone
Vai ai contenuti

Menu principale:

Linee di Sangue

About Tessaiga > Our Mission > Nippo Style

Linea Beniryu
Linea Toyonishiki
Linea Aoinishiki
Linea Tetsunishiki
Gens Line
Linee moderne: Ryuku Uruma



LINEA BENIRYU


Beniryu Go Yamanashi Andousow

Grand National Winner 1985

La linea Beniryu è un ramo minore del ceppo Ichisuke/Korotama. Beniryu Go Yamanashi Andousow, il capostipite di linea, è figlio diretto di Jouji go Fusaen, di cui si ho già scritto moltissimo, e che è punto di riferimento fondamentale per un allevatore o un appassionato, che sia a conoscenza, anche solo a livello elementare, delle principali  linee di sangue nipponiche.

Beniryu è stato uno stallone che ha avuto moltissimi figli e nipoti diretti vincitori assoluti e di classe nei Grand National, ma sopratutto è stato il padre di Teraobana of Kyoto Terao.

I testi riportano che i cani appartenenti alla linea Beniryu sono caratterizzati da colore rosso forte e acceso, ben distribuito, privo di pezzature, ottimo posizionamento e inclinazione degli occhi con espressione intensa, e sopratutto temperamento calmo e sicuro. Inoltre sono dotati di una spiccata intelligenza che illumina lo sguardo. I Beniryu possiedono un atteggiamento calmo come lo scorrere di un fiume e uno spirito forte come una lama d'acciaio: in altre parole sono Soboku, Kan'i, Ryosei !

Morfologicamente la linea Beniryu racchiude tutti i pregi del ceppo Ichisuke, ma a differenza del ramo Toyonishiki, esprime una sobrietà massima di forme linee e stile. E' la linea che al meglio ha espresso la qualità fondamentale di "soboku" (concetto che racchiude diversi significati quali naturalezza, essenzialità, sobrietà). La Beniryu pur essendo abbastanza rara (e ritenuta assai preziosa dagli allevatori Nippo) ha dato un numero sorprendente di Grand National Winner e Bis Grand National, in special modo da genealogie usate in purezza.

La Beniryu e' la linea che ha dato i natali a Teraobana of Kyoto Terao , la massima espressione dell'essenza dello shiba.

In Italia uniche discendenti dirette di questi cani e appartenenti in purezza a questa linea, al momento nel 2010, per quello che è noto, sono le nostre Naho Go Ashikaga Sounsou e Shikon no Tama.

D'altra parte avere qualcosa di Teraobana in casa è un lusso impagabile per un'estimatore dello shiba, e lavorare su una linea come questa fuori dal Giappone, per un allevatore occidentale, è qualcosa che va oltre quello che si può desiderare!

In Europa una piccola Elitè di Shibisti usano e lavorano su questa linea. La linea Beniryu è presente e ben conservata nel ramo minore Beniwaka, il cui capostipite è in Svezia ed è padre di Shikon no Tama,nonchè con diversi stalloni di pregio, uno dei quali Bis al primo raduno Nippo in Europa. Mi è giunta recentemente notizia che anche alcuni nuovi allevamenti in Polonia abbiano importato monte di queste linee per fare "quel salto di qualità" necessario per un reale miglioramento nel Nippo Style.

Negli Usa la linea Beniryu è ben diffusa in moltissimi allevamenti di qualità, ma è un'impresa trovarla in purezza.

Tutti gli allevatori nipponici con cui ho avuto contatti e non ultimo mr Kobayashi, giudice Bis Nippo che ha giudicato in Italia la prima manifestazione ufficiale dell'Ente di tutela razze native (Rieti, Maggio 2010), ritengono che Teraobana of Kyoto Terao sia ad oggi il modello per eccellenza di shiba insuperato e forse insuperabile.

In lei i concetti fondamentali che fanno di uno shiba uno shiba, e che descrivono cosa sia realmente il tipo in questa razza,ovvero i concetti di Kan-i, Ryousei, e sopratutto Suboku hanno visto massima insuperata espressione. Se chiedete ad un allevatore nippo quale è la meta da raggiungere e superare (domanda che io stessa ho posto anche in occasione del seminario Nippo!) senza alcun dubbio vi verrà mostrata la foto di Teraobana.


Teraobana of Kyoto Terao

the Best Shiba at the 89th Grand National (1992)

Perchè  la Beniryu è una linea così preziosa e così di successo!?!

Basta guardare Teraobana con gli occhi di chi ama la purezza di stile e di tipo per capirlo!

Teraobana è una Beniriyu al 100% di cui è anche massima espressione. Sua madre è a sua volta figlia di Jouji, e quindi sia per linea maschile che femminile Teraobana, essendo una Beniryu, è, in purezza, ovviamente anche una Ichisuke. Il suo Giudizio al Gn del 92 fu: "Perfettamente Calma e sicura di se, Espressione molto femminile con Soboku Quality. Costruzine ben bilanciata. Gli Steps (nda "punti") potrebbero essere più chiari"

La Beniryu dunque, vede nell'espressione del tipo, nell'essenza, nella sobrietà e nello stile i suoi punti di forza.

La Beniryu è la linea che esprime appieno la qualità dello shiba più importante e più rara: Soboku, così come si sottolinea anche nel giudizio sintetico di Teraobana.

Forse oggi, nello show occidentale, così barocco nei parametri anche e sopratutto a discapito del tipo, vedrebbe Teraobana, il massimo di eccellenza mai nato nello shiba, perdente o penalizzata. E in questo amaro concetto sono assolutamente d'accordo con mr Kobayashi. Proprio su questo bisognerebbe riflettere per capire quanto davvero amiamo lo shiba e quanto invece amiamo lo show a cui arriviamo a sacrificare la bellezza e addirittura l'essenza di questa bellissima razza.

Un Cac in piu', un momento di gloria in piu' vale tanto?

Noi del Tessaiga abbiamo sempre dato una sola risposta a questo quesito: NO!

E' solo con l'esempio ed essendo disposti a sacrificare l'opportunità di vittorie facili quanto effimere, che si può educare il ring ad apprezzare il tipo e a non creare distorsioni nella razza. E' solo apprezzando noi per primi questi cani nel loro vero stile che potremo  lasciare al futuro vero amatore di questa razza il vero shiba e dare l'opportunità agli appassionati di apprezzare ed amare davvero lo shiba. La via del ring è molto piu' facile, ma non è la via del vero estimatore di shiba.

Un piccolo aneddoto illustrerà meglio di 1000 parole cosa significhi per un allevatore Nippo la Linea Beniryu.

E' noto che il nostro orgoglio sia Naho, spesso in occasione di qualche incontro con allevatori della madrepatria, per presentare l'origine e il fulcro del Ns lavoro,  in particolare Tama.  Tama è l'apice del lavoro su questa linea e ha tutto lo stile raffinato ed elegante che contraddistingue i Beniryu, nonchè la vivace intelligenza. Sovente ho mostrato in ambito Nippo in Giappone il pedigree di Tama riscuotendo non pochi complimenti  per l'accuratezza del lavoro svolto e l'altissima qualità geneaologica.
Chi ricerca uno shiba che non sia solo uno shiba ma LO shiba, chi cerca qualcosa di esclusivo, chi apprezza questo stile impareggiabile, nel Tessaiga cerca Tama e la sua progenie.

Linee di Sangue moderne Gold Typhon/Ryukyu Uruma


E’ una linea a base Toyonishiki (ceppo immenso in razza).


Archivio personale - Studio di Testa  (click on pic per ingrandimento)


E’ una moderna linea di sangue che fonde molti tratti della tradizione con una spiccata visione moderna della razza. I soggetti appartenenti a questa linea hanno spesso scarsa sobrietà di linee e forme ( poca ricerca sul fattore Soboku), in favore di quella che viene definito uno stile “scintillante”. Nonostante questo è una linea che nei Nippo show è ingrado di vincere (e ha vinto ) il titolo di Hobunshoo. Pregevole e notevole il fatto che questa linea abbia una taglia stabilissima e contenuta con buone proporzioni, anche se le forme tendono ad essere più allungate e il baricentro non particolarmente alto. Questa qualità diviene particolarmente interessante se si considera che il tema taglia è uno degli aspetti più controversi in questo momento. L’aspetto “scintillante” è dato dal caratteristico rosso acceso, quasi rubino, tipico dei soggetti a base Toyonishiki con ottima maschera. Devo dire che avendo ormai visto numerosissimi soggetti appartenenti a queste linee sia in Europa che in Jp (al GN di qualche anno fa dove, nonostante la differenza di concezione, si piazzarono nelle loro classi), non ho mai visto un soggetto con maschera inversa o con i classici tratti di maschere al limite.L’aspetto del movimento è particolarmente curato, i soggetti Uruma hanno buona copertura di terreno e una eccellente spettacolarità, anche se forse manca quella irruenza quella presa di terreno tipica del movimento del vero shiba da caccia.Le teste sono inconfondibili: piattissime, triangolarissime, non particolarmente importanti, in particolare molto belle quelle delle femmine. Ottime le lunghezze del triangolo, spesso utili nell’allevamento europeo/nostrano dove spicca una marcata tendenza ad akiteggiare la testa o a renderla molto Pomerania(corta e a muso stretto)…Per il fattore lunghezza/flat credo che una delle più belle teste sia proprio quella Uruma di Hachiman Go Ryuukyuu Uruma, che contrariamente alla media della sua linea, ha anche un baricentro piuttosto alto e uno stop particolarmente lungo e scivolato. Altro particolare interessante di queste teste sono uno stop piuttosto forte nel disegno, che specie in chi selezina teste akiteggianti/pomerania style, può accentuare problemi di stile e tipo. L'equilibrio delle teste uruma è particolare e molto stabile: fondere stop dal disegno deciso con lunghezza e flat di testa non è semplice. Chi usa in purezza queste linee, per contro deve tenere sotto controllo il fattore ossatura (spesso sufficiente nei maschi) e tendere a selezionare i cani con i baricentri più alti, nonché cercare di capire lo stile e il “concept breeding work” che l’allevatore ha voluto fissare in questa linea. La linea Uruma ha larghissima diffusione, in america dove la solidità di tipo e la taglia contenuta hanno ben aiutato l’allevamento nazionale, anzi si può dire che abbia apportato miglioramenti di stile, l’Australia ha rinverdito il proprio pool di razza proprio a base degli Uruma più vicini al Toyonishiki (linea che ha il pregio di duttilità e compatibilità ampia), in Europa leader è la Spagna e segue l’Italia che, attraverso la massiccia importazione soprattutto di cani spagnoli, ha fondato quasi tutto il proprio pool genetico sulle linee Uruma. Ma questa linea ha buona diffusione anche nei paesi scandinavi dove viene sapientemente mixata. Personalmente, pur apprezzando moltissimo le molte qualità di questa linea, ma avendo impostato il mio lavoro su linee opposte e non proprio compatibili, ho trovato in questi cani ampi spunti di riflessione utili per il miglioramento del mio personale programma di lavoro.


- Archivio personale - Studio di costruzione e colore

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu