Adottare un Cucciolo shiba inu tessaiga - Shiba Inu - Allevamento Tessaiga

 Tessaiga Shiba Inu
Il Primo Allevamento Italiano Registrato al Nippo Club - Giappone
Vai ai contenuti

Menu principale:

Adottare un Cucciolo shiba inu tessaiga

Pups/Cuccioli > Info & Prenotazioni

Come Acquistare un cucciolo


Le telefonate che ricevo con questo quesito sono a dir poco infinite. Quando ero nel direttivo del Club (SHIRR) direi che era un tipo di informazione da dare all'ordine del giorno. Grazie al cielo il mio ruolo nel Club si è esaurito da qualche tempo ( EVVIVA! EVVIVA!), ma ciò non toglie che questa sia una delle domande piu' classiche che mi vengono rivolte. Molti futuri proprietari non ne fanno una questione di prezzo in se, ma giustamente, non desiderano nè essere presi in giro nè dare soldi veri a "falsari" dei cani.

Cominciamo col dire che qualsiasi cane, di razza o meno, che venga ceduto a qualsiasi titolo, gratuito o oneroso,deve essere provvisto all'origine di Microchip e profilassi sanitaria corretta certificata da libretto sanitario o passaporto UE (vaccinazioni annuali in regola e sverminazioni biennali sull'adulto, e prima di ogni vaccino sul cucciolo). Questo non è un requisito facoltativo del cedente, ma un obbligo di legge, pertanto nessun allevatore o privato serio vi proporrà mai un cane privo di microchip o documenti sanitari. Nel cane di razza il Pedigree deve essere fornito al nuovo proprietario senza costi aggiunti. Il pedigree è un documento di identità del cane, non del proprietario nè dell'allevatore/cedente.Esattamente come il libretto della vostra auto è compreso nel nell'acquisto, come documento dovuto. Il cane che sia sprovvisto di tale documento non ha  semplicemente certificazione d'origine. E' un pò come se compraste una bella porcellana di Bohemia senza marchio. Un cane di razza comunque o ha in pedigree o non ce l'ha , perchè tale documento viene richiesto alla nascita. Quando vi chiedono, sul medesimo cane, se volete il pedigree o no, ovviamente dietro compenso aggiuntivo, state incappando in una delle piu' classiche truffe. Inoltre per capire se vi state trovando davanti a trafficanti di cani chiedete esattamente dove e come è gestita la cucciolata e se non fosse in allevamento da chi. Un allevatore o privato serio non avrà nessuna difficoltà a fornire ogni informazione, nè tanto meno nell'essere trasparente riguardo al proprio operato. A tal proposito un allevatore serio(professionale o privato che sia) dichiarerà sempre, anche sull'atto di cessione eventuali difetti inabilitanti all'agonismo o peggio alla riproduzione, decurtandone quindi il prezzo. Il buon allevatore vi dirà quale è il prezzo medio di un buon cane senza vizi, e vi dichiarerà  quindi il prezzo finale del cane che abbia qualche difetto inabilitante già evidente, dopo ovviamente, aver spiegato esaurientemente di che tipo di difetto si tratti e sopratutto SE e quali problemi possa dare all'animale.

Quando si parla di qualità, tutti, ma proprio tutti, chi con piu' eleganza, chi con piu' rusticità, millantano o esibiscono genealogie piu' o meno titolate o pregiate. Difficilmente un futuro proprietario può capire se questo è vero, o semplice vanità dell'allevatore o addirittura una truffa. Inoltre ogni allevatore ha sinceramente il diritto di ritenere i propri cani il meglio del meglio (e non commento oltre). Certo è che nelle razze Nipponiche in genere basta esibire una importazione dal paese d'origine, foss'anche di qualità commerciale per abbagliare se stessi e il futuro acquirente. Io sconsiglio a chi non è del settore di cercare di acquistare secondo parametri di campionato o di presunte megagalattiche importazioni, provenissero anche da Marte!

Molto meglio valutare la qualità del cane che andate ad adottare guardando il concreto operato di chi li alleva. Certo è che chi fa qualità è in grado, di esibire test sanitari effettuati sui riproduttori per garantire di aver utilizzato solo riproduttori sani. Questo è la massima garanzia oggettiva di lavoro di qualità (e quindi giustificabile oggettivamente con un prezzo un pò piu' alto) sia verso chi prende il cane che dimostrazione di rispetto e amore non solo per i propri cani ma per la razza di cui ci si occupa. I test sanitari non sono le profilassi normali del veterinario fatte sui cani( ho visto millantare anche questo nella mia ormai lunga frequentazione del settore), ma sono i test della Displasia e degli occhi (nello shiba). Altri test sono previsti per altre razze.


come Acquistare uno Shiba


Veniamo alle domande che piu' frequentemente mi vengono rivolte sull'acquisto dello Shiba Inu.

La domanda piu' frequente riguarda i colori. Il mondo si divide fra Shiba rossi e Shiba neri (con buona pace dei sesamo, specialmente dei sesamo rossi, che vengono ceduti/registrati spesso come rossi!!).

C'è uno strano fenomeno tutto italiano, stante ai quesiti che mi vengono posti, circa la "rarità" o il maggior valore del nero. Posto che io non ho neri nelle mie linee nè produco neri, se non per errore; posto che le linee nere da me usate sono solo finalizzate a tagli sul rosso, ovvero alla selezione e al mantenimento del mantello rosso, è chiaro che, in tale colore, non ho interessi commerciali ( questa parola mi fa morire dal ridere applicata al mio massimo storico di 5 cuccioli annui!).

Nel resto d'Europa il B&T viene ceduto senza differenze di prezzo derivanti dal colore, e molto spesso a prezzo ribassato perchè molto spesso il B&T non presenta una colorazione di qualità o peggio presenta colorazioni che impediscono l'accesso al ring o anche solo alla qualifica di eccellente. Tutte queste problematiche in Italia al momento non si pongono. Potreste competere ( o peggio pagare cifre esorbitanti!!!) indifferentemente con un cane dal colore eccezionale (questo si davvero raro!) , al cane tutto carbonato o a cui manca uno dei 3 colori, o addirittura col pezzato, senza alcun problema di sorta e senza che si noti la differenza fra queste 3 diversissime casistiche. La conoscenza di questo colore in particolare, e della razza in generale, non è ancora così diffusa e affinata da "scremare" un nero perfetto, da uno eccellente ad uno mediocre, per buona pace di quello da squalifica (NB un cane da squalifica, sia per difetto fisico inabilitante come enognatismo ecc. o per colore inabilitante dovrebbe essere venduto a prezzo di PET).

Lo shiba B&T non è affatto una rarità ma ha una frequenza media di popolazione del 25%, così come il sesamo (dati ufficiali Shiba World us). Quando ai colleghi esteri ho accennato di questa strana usanza tutta italiana di dichiarare i B&T come cani rari e quindi con prezzi spesso esorbitanti o assurdi anche per cani il cui colore è dallo scarso all'inaccettabile, ma per il solo fatto di essere B&T, ho avuto reazioni dall'incredulo al divertito. Fermo restando che ognuno da ai propri cani il prezzo che piu' ritiene opportuno, e chi acquista è libero di ritenere o meno quel prezzo accettabile o adeguato, corretta e veritiera informazione vuole che sia chiaro da ambo le parti che il B&T, di per se, non è nè una rarità nè un valore aggiunto.

Insomma se vi spacciano un B&T per una rarità,.una peculiarità, una specie di smeraldo magico azteco ritrovato sull'himalaya,  chi vi narra questa storia o a sua volta ci crede per ignoranza, o vi stanno prendendo in giro.


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu